Area Riservata / Login

         
Risposte concrete
per imprese che cambiano

Strategic Report è l'iniziativa mensile di Strategic Management Partners che prevede approfondimenti relativi alle idee ed ai concetti di maggiore attualità nella gestione aziendale sviluppati dai nostri esperti. Gli iscritti al nostro report esclusivo possono così rimanere sempre aggiornati sulle nostre attività.

In questa sezione si trovano tutti gli Strategic Report dell'anno in corso, il calendario delle prossime pubblicazioni per l'anno corrente e in archivio si trovano le edizioni passate.

Tramite l'iscrizione al servizio si possono visionare gli Strategic Report completi. Per ricevere mensilmente questo report esclusivo tramite e-mail è possibile iscriversi al seguente link.

L'Energy Management in Italia stato dell'arte e prospettive

A livello mondiale l’'Energy Management (EM) è considerato una leva fondamentale per ridurre i costi ed uno dei principali obiettivi nelle strategie di Corporate Social Responsibility.

In Italia però nonostante l’'energia sia tra le più care al mondo ed il suo costo incida in maniera sempre più crescente sul sistema produttivo italiano le aziende hanno una cultura di Energy Management ancora in fase embrionale. Infatti la figura dell'’Energy Manager ha un ruolo prevalentemente formale che non gli consente di promuovere strategie di Energy Management che riducano realmente i consumi dell’'azienda lungo i processi interni e cogliere un potenziale di risparmio che a livello nazionale è stimabile in circa 10 mld € all’anno.

Leggi tutto...

Gestire gli aspetti razionali ed emotivi del cambiamento

Le aziende si trovano spesso nella condizione di dover avviare dei progetti di cambiamento: riduzione dei costi, adeguamento alle nuove tecnologie, allineamento al mercato e alle esigenze dei clienti.

Spesso, però, nonostante tutte le attenzioni nella progettazione e programmazione del cambiamento, le attività di change management non raggiungono i risultati sperati.

Le cause del fallimento sono riconducibili a difetti di pianificazione e difficoltà operativa, ma una quota significativa di progetti fallisce per la scarsa attenzione agli aspetti emotivi delle persone coinvolte

Leggi tutto...

Creare valore con il Green Management

Dall' ’entrata in vigore nel 2005 del protocollo di Kyoto le istituzioni hanno posto sempre maggiore attenzione alle tematiche ambientali introducendo nuove normative e incentivi per tutelare l’ambiente. Le aziende hanno dovuto quindi avviare diversi processi di innovazione a tutela dell'’ambiente per adempiere alle nuove normative, e, in alcuni casi, hanno integrato gli stessi processi di innovazione “green” nelle proprie politiche di Corporate Social Responsibility valorizzandoli ed ottenendone benefici diretti sul valore finanziario.

Leggi tutto...

Migliorare la gestione dei processi di supporto alle vendite complesse

 L'’acquisto di un prodotto o di un servizio complesso, a differenza di un acquisto standard implica, per il cliente, investimenti consistenti e impatti rilevanti di medio‐lungo periodo sul suo business aziendale. Per tali motivi il cliente è inevitabilmente portano ad affrontare le decisioni di acquisto con metodo e razionalità.

Il processo decisionale del cliente è, infatti, caratterizzato da specifiche fasi che è opportuno conoscere e rispettare.

Leggi tutto...

Il CRM per conoscere, coltivare e curare i clienti

L'’arena competitiva in cui le aziende si trovano ad operare è sempre più dinamica e complessa. L'’ipercompetizione che si trovano ad affrontare fa sì che la focalizzazione sui propri clienti e l’adozione di differenti processi di vendita basati sul reale valore del cliente diventino un must.

Gli strumenti di CRM possono aiutare le aziende nell'’accelerare e gestire un processo maggiormente orientato al cliente.Fare CRM non vuol dire però esclusivamente dotarsi di sofisticati strumenti tecnologici in grado di automatizzare la gestione del cliente, ma piuttosto richiede un approccio multidisciplinare che consenta di affrontare un processo di cambiamento aziendale che ha impatto su tutti la front line aziendale.

Leggi tutto...

Entrare nel mercato brasiliano per coglierne le opportunità e consolidare la presenza in Sud America

Le aziende italiane che esportano hanno performance economiche mediamente migliori rispetto alle imprese che generano l’intero fatturato in Italia.

Quasi il 70% delle esportazioni italiane sono dirette verso l'’Europa ma, negli ultimi quattro anni, l'export verso i Paesi europei è calato mentre le esportazioni verso i Paesi extra – europei sono cresciute di circa il 10%. Nello stesso periodo le esportazioni italiane verso il Brasile sono cresciute complessivamente di oltre il 50%, la performance migliore anche tra i Paesi del BRIC, trainate dalla crescita del prodotto interno lordo (di gran lunga maggiore rispetto a quella dei Paesi europei).

Leggi tutto...

Dall'ottimizzazione della produzione alla gestione integrata della Supply Chain

La gestione della produzione riguarda non solo la risoluzione di tutti i problemi di ottimizzazione connessi con i processi produttivi, ma coinvolge trasversalmente la maggior parte delle funzioni aziendali come gli Acquisti, la Logistica, il Personale, la Qualità e le Vendite.

Allo stato attuale, appare ancora marginale il coinvolgimento della produzione nella Supply Chain aziendale. Una maggiore integrazione comporterebbe vantaggi competitivi soprattutto nell’attuale contesto in cui operano le imprese che concorrono in mercati globali caratterizzati da un’estensione della filiera e da esigenze di rapidità di adattamento pur mantenendo costi di produzione e livello di servizio ottimali.

Leggi tutto...

Sviluppare le energie rinnovabili per ridurre i costi e incrementare la Responsabilità Sociale

La crescente pressione dei prezzi del gas e dei prodotti petroliferi, unita alla sempre maggiore attenzione al contenimento delle emissioni di gas serra, ha indotto i paesi ad adottare norme comunitarie per rimpiazzare le tecnologie obsolete di generazione dell’energia secondaria in ragione di alternative più efficienti.

Per l’'Italia, inoltre, la sfida è ancora più critica: il divieto di generare elettricità da processi nucleari, la forte dipendenza nei confronti delle tecnologie a combustibili fossili unita all'’inefficienza del sistema di trasporto nazionale che disperde quasi il 7% del totale prodotto, costringe il paese a soddisfare la propria domanda attraverso la copertura di quota rilevante dei fabbisogni energetici attraverso importazioni.

Leggi tutto...

Area Riservata / Login

         
FacebookTwitterLinkedin

Questo sito utilizza cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultare la nostra politica sui cookies.

Accetto i cookies da questo sito